Loading...
Aggiornato al: 18 Aprile 2019 17:30
Finanza
Nuovi equilibri esteri per il San Daniele Dop

Chiude il 2018 in positivo il bilancio del Consorzio del Prosciutto di San Daniele: la produzione - 2.787.812 cosce di suino avviate alla lavorazione - si dimostra in crescita del 5,4% supportata da un aumento dell’1,5% delle vendite.

Il pre-affettato in vaschetta continua ad affermarsi come segmento più dinamico: sono stati affettati 404.472 prosciutti (+6,7% sul 2017) che hanno prodotto oltre 23 milioni di confezioni certificate, pari a una variazione positiva del 3,7% sul 2017, per un totale di 1.937.737 Kg (+6,2%).

Sul fronte delle esportazioni il 2018 ha visto le vendite della Dop friulana mantenere un andamento stabile, all’interno di uno quadro internazionale complesso, caratterizzato da grandi cambiamenti e tensioni. Lo scenario della situazione economico-politica dei mercati mondiali si ripercuote inevitabilmente sulle esportazioni italiane. All’incertezza della Brexit, con relativa pesante flessione del mercato inglese (-37%), fanno da contraltare i risultati positivi raccolti grazie agli accordi di libero scambio siglati con Paesi extra comunitari, come il Ceta, con il Canada, e il Jefta, con il Giappone.

Inoltre, rispetto al 2017, il Prosciutto di San Daniele Dop ha visto crescere la quota export nei Paesi extra UE, che rappresentano oggi il 45% delle uscite. A questo dato corrisponde una leggera flessione delle vendite nei Paesi comunitari, che passano al 55 per cento. In generale, si registrano ottime performance in Australia e Stati Uniti, oltre che in Germania e Francia.

“La significativa campagna di comunicazione realizzata nel corso dell’anno, con la messa in onda del nuovo spot tv, trasmesso dalle principali reti nazionali, dal titolo ‘Il segreto del San Daniele è San Daniele’, e l’ampia attività su tutti i più importanti canali social e digitali, hanno sicuramente favorito un incremento della conoscenza del prodotto, risultato che si è chiaramente riflesso nella crescita del volume d'affari rispetto al 2017 - afferma Mario Cichetti, direttore generale del Consorzio di tutela -. Nel 2019 il nostro impegno proseguirà sulle stesse basi, con attività di promozione ed eventi sul territorio dedicati al consumatore e annunciando le novità sulle quali siamo al lavoro da alcuni anni riguardo al benessere animale, alla trasparenza e alla tracciabilità del prodotto.

"A ciò si aggiunge il nuovo progetto di promozione negli Usa e in Canada per il triennio 2019-2021 a favore di San Daniele, Grana Padano e Parma, denominato Ham and Cheese of Europe - che prevede un investimento di oltre 5,7 milioni complessivi, con il co-finanziamento della UE e dello Stato italiano".

15 Aprile 2019
Articoli Correlati