Loading...
Aggiornato al: 18 Aprile 2019 17:30
Imprese
Unieuro: ricavi preliminari 2018-2019 a 2,1 miliardi di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Unieuro ha esaminato i ricavi consolidati preliminari e alcuni risultati preliminari dell’esercizio chiuso al 28 febbraio 2019, non sottoposti a revisione legale.

Alla luce di ricavi attestatisi a 2,1 miliardi di euro (+12,3% rispetto ai 1.873,8 milioni dell’esercizio precedente), per la prima volta nella sua storia Unieuro è leader di mercato, non più soltanto in termini di numero di punti vendita e redditività, ma anche per volume d’affari. Una leadership destinata a rafforzarsi ancor di più nell’esercizio in corso, con il consolidamento degli ex-negozi Pistone, l’entrata a regime degli shop-in-shop Unieuro by Iper e il contributo incrementale delle acquisizioni e nuove aperture portate a compimento negli ultimi dodici mesi.

La dinamica dei ricavi ha beneficiato sia delle azioni di crescita esterna ed interna, sia dell’andamento favorevole del secondo semestre dell’esercizio, contraddistinto dall’ottima performance del Black Friday e da una stagione natalizia significativamente positiva.

Il contributo delle acquisizioni realizzate nell’esercizio in esame e nel precedente ha prodotto un impatto positivo pari a 132,6 milioni di euro, grazie al diverso perimetro di business conseguente all’apertura di 8 negozi ex-Cerioni/Euronics tra dicembre 2017 e gennaio 2018 e all’inaugurazione di 14 nuovi punti vendita a partire dal mese di settembre 2018, frutto dell’acquisto dei rami d’azienda ex-DPS/Trony ed ex-Galimberti/Euronics. Inoltre, il forte balzo del business online e la partnership stipulata con Finiper, che ha segnato lo sbarco di Unieuro nella grande distribuzione organizzata, hanno ulteriormente rafforzato la dinamica positiva dei ricavi.

In particolare, il canale Online (11,6% dei ricavi totali), ha generato 245 milioni di euro di ricavi (+32,5%) registrando una crescita di 60,1 milioni rispetto all’esercizio precedente. Il canale Indiretto (11% dei ricavi totali), invece, segna ricavi pari a 231 milioni di euro. La crescita è stata trainata dal segmento Gdo, con l’apertura dei primi 14 shop-in-shop Unieuro by Iper negli ipermercati Iper, La grande i nell’ambito della partnership ufficializzata lo scorso 10 gennaio 2019.

Sotto il profilo della marginalità, l'azienda prevede che i maggiori ricavi uniti alla continua attenzione posta alla struttura dei costi consentiranno il raggiungimento di un livello di Ebitda Adjusted in crescita rispetto ai 68,9 milioni di euro realizzati nell’esercizio precedente. I dati consuntivi definitivi verranno approvati dal Consiglio di Amministrazione previsto in data 8 maggio 2019, unitamente alle deliberazioni in materia di dividendo.

Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato di Unieuro, ha commentato: «Quando nel 2005 prese il via il nostro cammino di crescita, l’azienda fatturava circa 300 milioni di euro con una ventina di negozi e una manciata di affiliati. In quattordici anni, grazie a decine di aperture, innumerevoli acquisizioni e senza mai chiedere risorse agli azionisti, abbiamo tagliato un traguardo storico e guadagnato la leadership di mercato anche in termini di ricavi. Siamo estremamente orgogliosi di aver conquistato una vetta che in tempi non lontani sembrava irraggiungibile e ci apprestiamo a celebrarlo nel migliore dei modi: presentando agli azionisti risultati reddituali in ulteriore crescita e proponendo loro un dividendo in linea con le loro aspettative».

19 Marzo 2019
Articoli Correlati