Loading...
Aggiornato al: 19 Giugno 2019 17:30
Primo Piano
Specialisti drug e discount trainano il cura casa

Venticinquesimo appuntamento con l’Osservatorio del mercato dei detergenti e dei prodotti per la casa, realizzato da Federchimica Assocasa sulla base dei dati Nielsen. Nell'anno terminante a febbraio 2019 il comparto (detergenti e prodotti per la manutenzione), esclusi i prodotti usa e getta, segna complessivamente il +1,4% a valore, trainato dalle vendite del Centro Nord e, soprattutto, dai beni più innovativi e specifici. A incidere, invece, in negativo sono la contrazione della domanda nel Sud Italia, il ripiegamento del canale superette e la stasi di supermercati e ipermercati.

Per quanto riguarda i diversi comparti i detergenti segnano a valore una flessione dello 0,4% e a perdere di più sono i prodotti per stoviglie e lavastoviglie (-1,6%), nonostante la buona performance dei gel per lavastoviglie (preferiti per la possibilità di dosaggio). Segnali positivi arrivano dagli anticalcare (+4,4%) e dai detersivi per WC (+0,8%).

I detergenti per bucato si attestano su un -0,3%: qui però i monodose continuano a crescere, mentre a perdere sono le formulazioni in polvere. Nei coadiuvanti lavaggio, il trend si conferma positivo con +3,1%, guidato dagli ammorbidenti (+5,7%), anche grazie al nuovo segmento dei ‘deo indumenti’. Positive anche le candeggine e gli ausiliari per il lavaggio. Da segnalare, poi, il +5,2% dei brillantanti.

II segmento dei prodotti per la manutenzione, con un +0,4%, bilancia le perdite del cura auto (-2,8%), grazie alla buona crescita dei deodoranti (+2,2%) e dei prodotti di manutenzione per la lavastoviglie (+1,5%).

Il comparto dei disinfestanti, avvantaggiato da una stagione estiva molto lunga, si conferma tra i più dinamici, con una variazione positiva del 14,6 per cento. In forte aumento (+23,5%) gli insettorepellenti, i dopo puntura e gli insetticidi per volanti (18,5%).

Fra i canali commerciali, sempre nell'anno terminante a febbraio, crescono ancora gli specialisti drug (+8,1%), che si affermano come secondi, per quota di mercato, dopo i supermercati: segno che molti consumatori ricercano l'ampio assortimento e la qualità abbinate a buone opportunità di risparmio. Però guadagnano terreno i discount (+2,8%), mentre frenano i liberi servizi (-3,4%). Iper e super rimangono stabili.

La forte promozionalità del settore della detergenza (39%) si conferma al di sopra della media grocery, ma continua, in un’ottica di medio periodo, il rallentamento delle azioni promo.

Benessere e sostenibilità restano due importanti elementi di traino della crescita. In questo contesto l'industria ha guardato, con molta più attenzione, non soltanto alla soddisfazione dei bisogni delle famiglie in termini di igiene e pulizia della casa, ma anche alla sostenibilità per combattere sprechi e promuovere la convenienza, la praticità d'uso e il benessere in generale.

L'attenzione è rivolta al singolo consumatore, affinché sia ben informato e consapevole nell'utilizzo dei prodotti della detergenza, dato il suo ruolo fondamentale nel risparmio, attraverso il giusto dosaggio e le corrette abitudini d'uso durante le operazioni di pulizia e manutenzione della casa.

Osserva Giorgio Dal Prato, da poco riconfermato alla presidenza di Assocasa: "Ancora una volta il nostro Osservatorio ci restituisce numerosi spunti di riflessione per un continuo miglioramento in termini di innovazione ed efficacia nel rispetto della salute umana e dell'ambiente. Ogni consumatore è ormai consapevole dell'importanza che ricopre un uso corretto e sostenibile dei prodotti di pulizia e manutenzione. Questo clima è fondamentale per la crescita del settore e per promuovere uno sviluppo sempre più in linea con le esigenze del rispetto ambientale".

14 Aprile 2019
Articoli Correlati