Satispay, l’innovativa azienda fintech italiana che ha rivoluzionato il settore del mobile payment, raggiunge e supera il target e annuncia un round di finanziamenti dal valore complessivo di circa €93 milioni: €68 milioni di capitale risultanti dall’acquisto di azioni di nuova emissione e €25 milioni dall’acquisto di quote in capo a precedenti investitori che, per favorire la risposta all’eccesso di domanda, hanno lasciato spazio a soggetti in grado di sostenere la crescita internazionale. Sommando questo nuovo round di serie C ai €42 milioni dei precedenti round di serie A e B, sottoscritti da business angel e investitori industriali e internazionali,

Satispay raggiunge complessivamente €110 milioni di investimenti raccolti dalla nascita nel 2013.

L’operazione ha come base una valutazione pre money di €180 milioni, che portano il valore dell’azienda post investimento a €248 milioni.

L’ingresso di TIM Ventures, al fianco di Square, Tencent e LGT Lightstone - tra i più grandi investitori tech a livello globale che per la prima volta investono in una azienda italiana - conferma un trend importante e positivo sul Fintech europeo, che sembra non subire la crisi, ma anzi essere pronto a fare il salto, con attori che nei prossimi anni potranno passare dall’essere startup di successo, ma locali, a leader europei nei vari servizi finanziari.

I finanziamenti raccolti sosterranno la crescita di Satispay nel mercato domestico, dove l’app ad oggi conta oltre 1,3 milioni di utenti e più di 130 mila esercenti, ma anche l’espansione in Europa, a partire dai Paesi in cui ha già fatto il proprio ingresso: Lussemburgo e Germania.

Nel complesso contesto generato dalla pandemia dovuta al virus COVID-19, Satispay ha visto un forte incremento nelle iscrizioni e nell’utilizzo dei servizi dell’app, arrivando a contare quasi 450.000 nuovi utenti e 35.000 nuovi esercenti affiliati al network nei primi dieci mesi del 2020, tra cui importanti gruppi come Carrefour, Auchan, Autogrill, Mondadori, KFC e partner tecnici di rilevanza mondiale, come Docomo e Vtex a testimonianza di una progressiva crescita anche del comparto online.

L’operazione di aumento di capitale sarà sottoposta all’approvazione dell’assemblea dei soci convocata per venerdì 20 novembre. Il closing formale dell’operazione, nei termini deliberati, è atteso entro la fine dell’anno.