Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 13 Luglio 2020 - ore 17:30

LIQUORI

Caffo riporta a casa Ferro China Bisleri

Caffo riporta a casa Ferro China Bisleri

Dopo Petrus, Diageo cede al gruppo calabrese, un altro storico asset della liquoristica italiana, creato, nel 1881, dall'ex garibaldino, Felice B...


Campari cresce online con l'acquisto di Tannico

Campari cresce online con l'acquisto di Tannico

Il valore dell’operazione è di 23,4 milioni di euro per il 49% di quota, con l'opzione di salire al 100% entro il 2025.


Gruppo Caffo si beve l'amarissimo che fa benissimo

Gruppo Caffo si beve l'amarissimo che fa benissimo

Il piano di rilancio di Petrus comporta la riorganizzazione e il potenziamento dell’amaro all’estero, partendo dai mercati più interessanti come ...


Due messicani ad alta crescita nel portafoglio Campari

Ancho Reyes, un liquore ottenuto dai peperoncini di Puebla, e il mezcal Montelobos spopolano negli Usa, con indici di incremento annui composti che stupiscono. Sono distillati naturali, artigianali e di fascia super premium che entrano in un gruppo che, già oggi, realizza all'estero circa l'80% dei propri ricavi.


L'Unione europea è il primo esportatore mondiale di food & beverage

La Comunità è in testa al commercio agroalimentare mondiale: lo afferma, in uno studio, la Commissione, che conferma la leadership dell’area nell'export di settore, con un totale che ha raggiunto 138 miliardi di euro nel 2018. Vini, vermut e liquori sono in prima fila.


Caffo, troppo italiani per non piacere agli stranieri

Produttore di liquori fin dall'Ottocento, la distilleria calabrese, in crescita a doppia cifra, ha in portafoglio un altissimo numero di specialità nazionali, a partire dal Vecchio Amaro del Capo, e grappe molto pregiate. Cresciuta negli anni, anche grazie a una riuscita serie di acquisizioni, raggiunge oggi 43 Paesi n...


Caffo si espande con l’acquisizione di Distilleria Mangilli

L'azienda calabrese acquisisce la Mangilli - Cantine e Distillerie Friulane, storica cantina attiva fin da fine ’800 e nota per il ricco assortimento di grappe pregiate e vini friulani. Con l'operazione Caffo entra nel mondo del prosecco in un momento particolarmente positivo per questa categoria di prodotto.


Caffo acquisisce grappe Mangilli ed entra nel prosecco

Nuccio Caffo, amministratore delegato: "Questa strategia rientra nella storia delle acquisizioni del gruppo. Da sempre siamo impegnati a sostenere e preservare la tradizione liquoristica e distillatoria made in Italy".


Stock acquista Distillerie Franciacorta e diventa leader della grappa

Stock ritorna in Italia, dove è nata, con un'importante operazione che porterà a costituire il più rilevante player nazionale nel settore delle grappe, con un forte presidio della fascia premium sia per quanto riguarda i distillati, sia per quanto riguarda i vini prodotti in Franciacorta.


Molinari 1945 si beve lo storico Limoncello di Capri

Anche se il gruppo romano, fondato da Angelo Molinari, è molto riservato per quanto riguarda il valore della transazione, l'operazione dimostra chiaramente la volontà di rafforzare ulteriormente un portafoglio in cui compare il meglio dei liquori dolci italiani. Molinari, molto attenta ai valori del bere responsabile, ...


Dopo Sella & Mosca, Campari cede i vini Lapostolle e incassa 30 milioni di euro

La multinazionale milanese passa di mano, in Cile, la prestigiosa cantina Lapostolle, per una somma di 30 milioni di euro (oltre 16 volte l’Ebita). Ad acquistare è la stessa fondatrice, Alexandra Marnier Lapostolle, che, insieme al marito Cyril de Bournet, aveva dato il via alla gamma vinicola sudamericana nel 1994. Da...


Nielsen prevede un buon Natale

Buono quanto un miliardo di vendite in più, solo contando il canale Gdo e buono soprattutto perché sarà accompagnato da cibi scelti con cura. Secondo la ricerca condotta per Lidl, infatti, gli italiani conservano un concetto classico della festa, da passare in famiglia, intorno alla tavola e con tanti ospiti. Sarà però...


Amari e liquori, il mercato rallenta

Il 2015 e i primi mesi di quest’anno mostrano un comparto in difficoltà, soprattutto per quanto riguarda le vendite a volume. Nella distribuzione moderna segno meno per tutti i canali, mentre a livello geografico sorride solo il Nord-Ovest.