Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 23 Settembre 2020 - ore 18:29

NORMATIVE

Circolare sacchetti: Fida-Confcommercio non ci sta

La nuova circolare del Ministero della Salute, emanata il 30 aprile, sulla possibilità di portare i sacchetti ortofrutta da casa, che in larga parte ricalca il parere del Consiglio di Stato del 29 marzo, ha fatto infuriare, per prima, Fida-Confcommercio, la federazione che raccoglie oltre 60.000 dettaglianti alimentari...


Sacchetti ortofrutta da casa: una buona idea al momento sbagliato

Contrordine da parte del massimo organo della giustizia amministrativa, che in un parere del 29 marzo ha ammesso le borse di proprietà del consumatore per la frutta e la verdura, purché adatte allo scopo. C'era proprio bisogno di rilanciare il problema?


Stabilimento in etichetta: ecco le sanzioni e gli obblighi previsti

L'obbligo riguarda gli alimenti prodotti in Italia e destinati al mercato italiano. In caso di mancato rispetto l’azienda verrà sottoposta a una sanzione pecuniaria che varia da 2.000 a 15.000 euro. Sono previste multe dello stesso importo anche nel caso in cui l'impresa che disponga di più stabilimenti non evidenzi qu...


Origine del pomodoro in etichetta: ecco cosa cambia

Il provvedimento comporta che le confezioni prodotte in Italia abbiano l’indicazione del Paese di coltivazione del pomodoro e quello di trasformazione. Se queste fasi avvengono nel territorio di più nazioni possono essere utilizzate le diciture Paesi Ue, Paesi non Ue, Paesi Ue e non Ue. Se tutte le operazioni si svolgo...


Controllori sotto controllo con la nuova legge sul biologico

Il provvedimento, secondo una nota del Mipaaf, ha vari obiettivi: garantire una maggiore tutela del consumatore, potenziare la difesa del commercio e della concorrenza, semplificare e unificare in un solo testo la materia dei controlli sulla produzione agricola biologica, rendere il sistema delle verifiche più efficace...


Sacchetti ortofrutta: tanto rumore per nulla?

A un mese e mezzo dall'entrata in vigore della normativa sui bioshopper facciamo il punto della situazione con Marco Versari, presidente di Assobioplastiche. La legge è una buona legge, ma le polemiche sono state roventi. Ecco perché.


Vegan: un 2018 ricco di novità secondo l'Osservatorio Veganok

Anno dell'alimentare, ma anche dei prodotti vegani. Le proposte del futuro immediato sono parecchie e i lanci toccheranno un picco. Sarà anche un periodo importantissimo dal punto di vista normativo. Ce lo racconta Paola Cane, direttore Veganok.


Insetti, il Ministero della Salute dice no: la sicurezza va appurata

Tanto zelante nell’applicare le norme Ue in fatto di sacchettini per i freschi e l’ortofrutta, il nostro esecutivo ci pensa bene in materia di insetti. Di fatto in Italia sono vietati, visto che nessuna specie ha ricevuto il via libera che l’Ue prevede.


Insetti da mangiare: è ancora presto per gli scaffali della Gdo, ma dopotutto...

A molti fanno decisamente ribrezzo, mentre altri dicono che sono solo pregiudizi. Ma cosa dice la legge veramente, quali sono le garanzie per il consumatore e davvero li ritroveremo tanto presto anche nel nostro supermercato di fiducia? Lo abbiamo chiesto a Dario Dongo, avvocato e giornalista, che ci spiega come stanno...


Bioshopper ma quanto mi costi? Te lo dice Assobioplastiche

Malumore generalizzato per i sacchettini a pagamento destinati ai freschi. Assobioplastiche ha effettuato le prime analisi sui prezzi applicati dalle maggiori catene della Gdo, che variano da 1 a 3 centesimi al pezzo. Esiste una scappatoia: lo shopper di carta, escluso dal balzello e che alcuni operatori stanno già reg...


I sacchetti per l'ortofrutta e per i freschi diventano biodegrabili

Anche se il Ministero, in una lettera ai distributori, ha chiarito molti interrogativi, restano ancora parecchi dubbi sui bioshopper e non si capisce a fondo perché gli italiani non possano impiegare contenitori lavabili e riutilizzabili almeno per la frutta e la verdura.


Codancons lancia il bollino antispreco alimentare

Sarà riconosciuto ad aziende, esercenti e ristoratori che adotteranno comportamenti per ridurre gli sprechi alimentari. Ogni anno le famiglie sprecano in casa 12 miliardi di euro di cibo, mentre l’industria, la ristorazione e l’agricoltura producono sprechi alimentari per ulteriori 3 miliardi di euro, portando a 15 mil...


Origine pomodoro in etichetta: i ministri Martina e Calenda firmano

I Ministri Maurizio Martina (Mipaaf) e Carlo Calenda (Sviluppo economico) hanno firmato il decreto interministeriale per introdurre l'obbligo di indicazione dell'origine dei derivati del pomodoro. Il provvedimento introduce la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigor...


In Gazzetta Ufficiale il decreto sullo stabilimento: 180 giorni per adeguarsi

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2017, n. 235, il decreto che reintroduce l'obbligo di indicare lo stabilimento di produzione o confezionamento in etichetta. La norma prevede ora un periodo transitorio di 6 mesi per lo smaltimento delle etichette già stampate, e fino a esaurimento dei prodotti ...