Il primo quotidiano sulla GDO

Aggiornato al 23 Settembre 2020 - ore 18:29

ORTOFRUTTA

Sial Parigi: gli espositori italiani raggiungono il 10% del totale

Giornata finale per la rassegna francese, ma anche per Madrid Fruit Attraction. In entrambi i casi l'Italia ha giocato un ruolo da protagonista, con rapporti commerciali e di affari ottimi, che danno una risposta implicita alle tensioni generate dalla politica sullo scacchiere europeo.


Il gruppo bancario Crédit Agricole diventa business partner di Macfrut

L’accordo ha l’obiettivo di dare nuovo impulso alla filiera ortofrutticola italiana coniugando l’esperienza di Macfrut, con la forza di un gruppo bancario internazionale, che vanta una consolidata esperienza nel settore agricolo e alimentare grazie a una serie di servizi dedicati.


Apo Conerpo in piena salute nell'esercizio 2017

Il colosso cooperativo, re dell'ortofrutta, ha chiuso l'anno con un giro d’affari record, che ha toccato, per la prima volta, 736 milioni di euro, in aumento del 2,8% rispetto ai 716 milioni dell’anno precedente. Importanti le strategie di investimento.


Circolare sacchetti: Fida-Confcommercio non ci sta

La nuova circolare del Ministero della Salute, emanata il 30 aprile, sulla possibilità di portare i sacchetti ortofrutta da casa, che in larga parte ricalca il parere del Consiglio di Stato del 29 marzo, ha fatto infuriare, per prima, Fida-Confcommercio, la federazione che raccoglie oltre 60.000 dettaglianti alimentari...


Système U si allea con Carrefour e volta le spalle a Auchan Casino

Sommando i fatturati dei due gruppi si arriva a una massa critica pari a 108 miliardi di euro di fatturato. Il patto ha radici nella volontà di ricostruire lo storico legame fra la Gdo e il mondo agricolo, verso il quale saranno presi una serie di impegni forti, potenziati dalla giusta remunerazione.


Sacchetti ortofrutta da casa: una buona idea al momento sbagliato

Contrordine da parte del massimo organo della giustizia amministrativa, che in un parere del 29 marzo ha ammesso le borse di proprietà del consumatore per la frutta e la verdura, purché adatte allo scopo. C'era proprio bisogno di rilanciare il problema?


Apofruit: qualità e brand danno solo buoni frutti

Puntare sulla marca è da sempre un'esigenza del mondo ortofrutticolo, una scommessa che pochi hanno vinto. Fra questi il gruppo cesenate è un caso esemplare. Il direttore commerciale, Mirco Zanelli, ci spiega perché in Italia il primo prezzo non paga.


A Fruit Logistica l'Italia afferma il suo primato

La nostra Penisola è nella terna dei maggiori produttori continentali di ortofrutta. Export e consumi interni stanno dando riscontri positivi e la produzione si piazza su un valore che supera i 12 miliardi di euro. Ma indubbiamente, specie oltre confine, si può fare di più, anche perché il mercato presenta molte nuove ...


Fruit & Veg Innovation: focus sul biologico e sul commercio elettronico

“L’ortofrutta – riferisce Veronafiere -, con una produzione lorda vendibile di 14 miliardi di euro e un export pari a 4,9 miliardi, è un segmento chiave del made in Italy agroalimentare. Fruit & Veg Innovation si integra all’interno di Fieragricola, nella convinzione che il primo passo verso la sostenibilità ambientale...


Bioshopper ma quanto mi costi? Te lo dice Assobioplastiche

Malumore generalizzato per i sacchettini a pagamento destinati ai freschi. Assobioplastiche ha effettuato le prime analisi sui prezzi applicati dalle maggiori catene della Gdo, che variano da 1 a 3 centesimi al pezzo. Esiste una scappatoia: lo shopper di carta, escluso dal balzello e che alcuni operatori stanno già reg...


Pizzoli: gli investimenti trainano lo sviluppo d'impresa

L'azienda è molto attenta all'innovazione e alla crescita in una categoria che prima non esisteva, quello delle patate non fritte, da cuocere in forno. Il nuovo spazio all'interno di Fico Eataly World e l'interesse per l'estero testimoniano l'impegno di questa eccellenza tutta italiana.


I sacchetti per l'ortofrutta e per i freschi diventano biodegrabili

Anche se il Ministero, in una lettera ai distributori, ha chiarito molti interrogativi, restano ancora parecchi dubbi sui bioshopper e non si capisce a fondo perché gli italiani non possano impiegare contenitori lavabili e riutilizzabili almeno per la frutta e la verdura.


Fairtrade, il vero driver di sviluppo è la marca del distributore

Paolo Pastore, direttore di Fairtrade Italia, spiega perché l'equo e solidale registra successi crescenti, tanto che le catene non vogliono più solo qualche prodotto ma vere linee e forti progetti di settore. Il comparto è decollato grazie alle private label. Vediamo perché.


Banco Fresco, Grand Frais, raddoppia a Torino

Banco Fresco, l’insegna scelta per l’Italia dai francesi di Grand Frais, raddoppia a Torino, dove, dopo il primo negozio di Beinasco, 1000 mq aperto dal 6 settembre, ha inaugurato la sua seconda grande superficie, l’8 novembre, al civico 45 di Strada Altessano. Il tessuto circostante è molto affollato commercialmente, ...